Home      

Parrocchia San Pietro - Abbiategrasso

 

    Cerca nell'alfabeto quello che ti serve   

 

  A  B  C  D  E  F  G  H  I  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  Z    altro  

 

 




L’ultima visita pastorale del Cardinale Schuster alla nostra parrocchia avvenne l'undici e il dodici marzo 1951.
Non una parola sul Cronicon Parrocchiale. Si era ancora in clima di Giubileo, che essendo il primo celebrato dopo la seconda guerra mondiale, aveva visto una affluenza straordinaria di pellegrini a Roma da tutte le parti del mondo.
Anche la parrocchia di S. Pietro aveva partecipato nel 1950 al Giubileo con circa una quarantina di persone guidate dal parroco.
Nel 1951 l’indulgenza del Giubileo era stata estesa a tutto il mondo cattolico: in questo clima di ripresa e di ricostruzione dopo la guerra e di fervore religioso si era svolta la Visita Pastorale.
In tale occasione l’arcivescovo ha conferito il sacramento della Cresima a 103 ragazzi e a 77 ragazze. Dalla Curia arcivescovile vennero poi i decreti che riporto sotto.

"Nella Visita Pastorale da noi fatta nei giorni 11 e 12 marzo 1951 alla Chiesa di S. Pietro di Abbiategrasso abbiamo decretato come decretiamo quanto segue:

1 - Ci congratuliamo col Parroco pel bene già ottenuto in parrocchia. Sempre più e sempre meglio, soprattutto nel campo delle associazioni.

2 - se vuole tra i Coadiutori maggior affiatamento, procuri di pagarli bene.
 

3 - Gli raccomandiamo altresì le Suore dell’Oratorio femminile."

+ lldefonso Card.Arciv.


Penso che il frutto maggiore di questa Visita sia stato l’inizio della costruzione del nuovo Oratorio maschile.
Dal Cronicon parrocchiale:
Luglio 1951
L’Oratorio che sorge vicino alla casa parrocchiale in via Curioni, si è rivelato insufficente ai desideri dei nostri giovani e fanciulli, i quali chiedono un ampio spazio per avere anche un campo sportivo; si è deciso quindi di compra re altri 16.000 metri quadrati di terreno in strada Crivellino di proprietà del Sig. Pietro Pizzocchero, il quale l’ha ceduta a £ 3.000 al m.q. accettando in pagamento anche il cascinello S. Carlo di 32 pertiche milanesi che il defunto Don Camillo Annovazzi aveva lasciato in eredità alla chiesa di S.Pietro.
Si è provveduto fin dal 1948 a circondare tutto il terreno acquistato con un muro di cinta, il quale costò complessivamente $.4.200.000.

Durante questa Visita si è inserita la cerimonia della posa della prima pietra della chiesa dell'ospedale locale. In un "numero unico" edito a cura del Comitato pro ospedale in data 6 gennaio 1953, si trova la seguente cronaca.
"S.E. il Cardinale Arcivescovo di Milano, dopo aver amministrato la S. Cresima ai fanciulli della parrocchia di S. Pietro (11 Marzo), giungeva alle 17 all'Ospedale di circolo Costantino Cantù di Abbiategrasso ricevuto dal Sen. Emanuele Samek Ludovici, dal March. Avv. Cornaggia Medici, dal Commissario dell'Ospedale rag. Filippo Scordia, dal sig. Gino Melles, Presidente del Comitato, da Mons. Barbieri e da Don Ambrogio Taiani, cappellano, dal Clero, dai con. prof. Umberto e Anna Brambilla Rossi, dalle autorità civili, dai componenti il Comitato d'Onore.
S.Eminenza ha sostato brevemente nella sala consigliare per apporre la sua firma in calce alla pergamena il cui testo suonava:
PIO XII Pont. Max.- regnante et benedicente - Alfridus Ildefonsus Schuster - Curiae Mediolanensis Archiepiscopus - a. d. V Id Mart. anno MCMLI primum lapidem posuit huius sacrae aediculae al Christi cultum in Nosocomio C.Cantù "Abbiati Grassi".

Sua Eminenza si è quindi recato, seguito da tutti i convenuti, al luogo predisposto per la posa della prima pietra dove il Sen. Samek ha pronunciato il seguente discorso:
................Sua Eminenza scusandosi di non poter aggiungere altre parole ha quelle pronunciate dal Sen.Samek, ha provveduto quindi alla posa della prima pietra assistito dal Sig. Rivolta cui competeva l'incarico di portare ha termine l'opera secondo il progetto approvato e che i nostri Abbiatensi hanno potuto ammirare nella esposizione allestita nella vetrina della Ditta Carlo Garghetti.

La Santa Benedizione impartita dal Presule ha chiuso la cerimonia, ma il nostro amatissimo Cardinale ha voluto ancora visitare tutti i padiglioni, portando ai malati la sua parola di conforto e la sua benedizione".
Dott. I. Bermani.

Tornerà l'Arcivescovo il 4 ottobre 1952 a consacrare l'Altare della chiesa dell'Ospedale stesso.