Home      

Parrocchia San Pietro - Abbiategrasso

 

    Cerca nell'alfabeto quello che ti serve   

 

  A  B  C  D  E  F  G  H  I  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  Z    altro  

 

 




II Beato Cardinale Schuster venne in visita pastorale alla nostra parrocchia per la terza volta il 17/18 settembre del 1946. Si era all’indomani della seconda guerra mondiale che tanti lutti aveva seminato anche nelle famiglie della parrocchia. L’Arcivescovo, che non aveva mai smesso di visitare le parrocchie nemmeno in piena guerra, aveva ripreso il suo itinerario pastorale portando ovunque una parola di speranza per la ripresa della vita religiosa e civile. Erano anche gli anni delle grandi scelte politiche, la riacquistata libertà degli italiani li aveva messi di fronte a grandi responsabilità per il futuro del paese. L’arcivescovo, non sempre ascoltato non tralasciava mai di dire una parola chiara e forte sui problemi del momento. In questo clima avvenne la terza Visita Pastorale del nostro Cardinale. Il parroco Don Ercole Tettamanzi scrive così nel cronicon parrocchiale:

 
"S. VISITA PASTORALE 17/18 settembre 1946. La popolazione ha partecipato con entusiasmo, vi fu un buon numero di Confessioni e di S. Comunioni. Tra i decreti della S. Visita Pastorale vi fu anche quello di fare in modo di mettere un sacerdote presso la chiesa di S. Rocco: avvertita pero la popolazione del rione, la cosa purtroppo non ebbe seguito, perché nessuno volle fare qualche sacrificio, per creare la possibilità di dare al sacerdote una casa."
Fin qui il parroco.
Infatti i decreti recitavano come segue: “Nella S. Visita Pastorale da noi compiuta il giorno 17/18 settembre 1946 alla chiesa parrocchiale di S. Pietro di Abbiategrasso, abbiamo decretato:
1) Entro l’anno si compili l’inventario della chiesa e sagrestia e se ne mandi copia all’Arcivescovo.
2) Il buon parroco abbia presente lo stato religiosamente gramo della sua parrocchia e procuri di risollevarlo, soprattutto coll’apostolato delle organizzazioni cattoliche.
3) Bisogna collocare la nuova statua di S. Pietro su d’una base, come S. Bartolomeo in Duomo, ma fuori dell’altare.
4) Sarebbe necessario un buon restauro della chiesa di S. Rocco, con annettervi altresì la residenza per un coadiutore.
+ ILDEFONSO CARD. Arc.

Questa è la relazione, in verità poco entusiasta, della terza visita di Schuster.
Si capisce che la difficoltà dei tempi non permetteva grande entusiasmo e partecipazione. Come al solito durante la Visita Pastorale l’Arcivescovo cresimava; in quel 17 settembre furono cresimati 56 bambini e 69 bambine per un totale di 125.